Contests are back: Link

Editor has still troubles with free API, if you don't want to use OSM Elevation API you can try to do a GPX on RideWithGPS site and import it on the editor

Please don't spam us mail and PMs that we won't answer and notice that the official language of forum is English.

Roadbooks: LINK

Comment with us the races in the discussion thread or in the Telegram Chat

2020 Season Contests
Contest #7 - VOTING: Link
Contest #8 - Vuelta a Espana: Link

Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Mostra qua le tue creazioni in italiano.
Post Reply
User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

In questa mostra sono riportate tutte le creazioni : corse a tappe, gare di un giorno, gare olimpiche e gare continentali

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Pretium Alfaternum

Post by emilio.torre »

maps/viewtrack/312755 - Questo è il Pretium Alfaternum (gara maschile), un percorso adatto ai finisseur tra le salite e gli strappi dell'alto Irno e dell'Agro Nocerino Sarnese, una classica mista a Giro delle Fiandre, Amstel Gold Race e Liegi-Bastogne-Liegi, gara che taglia fuori i velocisti meno adatti ma non quelli più resistenti, i passisti e i medi scalatori.
Last edited by emilio.torre on 25/11/2019, 10:02, edited 1 time in total.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/13384 - TIRRENO-ADRIATICO (7 tappe); 2 per velocisti, 2 tappe collinari, 1 tappa di alta montagna, 1 cronometro a squadre ed 1 cronometro individuale

maps/viewtrack/313334 - Cronosquadre di apertura sul litorale versilio, totalmente pianeggiante, qui si decide la prima maglia azzurra della Tirreno-Adriatico

maps/viewtrack/313337 - Secondo tappa che parte da Lucca città di Mario Cipollini e arriva a Poggio a Caiano, tappone mediceo che affronta San Baronto, Artimino e Carmignano per ben tre volte nel circuito , qui anche un finisseur potrebbe vincere con un attacco da lontano ma attenzione agli sprinter cacciatori.

maps/viewtrack/313342 - Terza tappa che parte da Peccioli e arriva a Castiglione della Pescaia, tappa collinare adatta a finisseur e a velocisti resistenti, con i GPM di seconda e terza categoria di Pian del Pruno, Sassetta e Tirli, qui in questa tappa potrebbe cambiare la maglia azzurra.

maps/viewtrack/313344 - Quarta tappa dedicata agli specialisti delle Ardenne, da Viterbo a Gualdo Cattaneo con ben 4 GPM da affrontare : Poggio Nuovo, Collelungo, Todi e Gualdo Cattaneo, qui un piccolo drappello potrebbe arrivare siccome la salita finale è pedalabile ma potrebbe dare possibilità anche ad attacchi decisivi.

maps/viewtrack/313346 - Quinta tappa dedicata agli scalatori e alle montagne, da Foligno a Montecopiolo, qui gli uomini di classifica potrebbero aprire varchi importanti nella generale per la maglia azzurra visto che l'arrivo in quota metterà alla luce le prime fiammate che accenderanno la Tirreno-Adriatico.

maps/viewtrack/313350 - Sesta tappa è l'ultima chiamata per i velocisti, da Fossombrone a Porto Sant'Elpidio, le salite più dure sono ben lontano dal traguardo, dando ulteriore vantaggio e opportunità di riscatto per i velocisti.

maps/viewtrack/313351 - Tappa finale e classica a cronometro sul litorale di San Benedetto del Tronto, qui sarà battaglia per la generale su i tempi, in caso di generale a tempi ravvicinati ci sarà da divertirsi.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/13391 - GIRO D'ITALIA (21 tappe, 2 giorni di riposo) da Forte dei Marmi in Versilia a Vicenza ai piedi dei monti Berici, egli è composto da 7 tappe per velocisti, 4 tappe collinari, 6 tappe di alta montagna, 1 cronometro a squadre e 3 cronometro individuali.

maps/viewtrack/313529 - La prima tappa è una cronometro a squadre che affronta il litorale di Forte dei Marmi sulla distanza di 10km, qui la prima maglia rosa verrà assegnata

maps/viewtrack/313530 - La seconda tappa è una tappa per velocisti, da Marina di Pisa a Talamone di 235km con 3 GPM che però non selezioneranno maggiormente il gruppo da i velocisti migliori, qui la volata compatta è assicurata

maps/viewtrack/313531 - Terza tappa da Orbetello alla capitale Roma, 179km adatti agli sprinter sempre, 2 GPM da affrontare, si arriva nella cornice di Piazza Venezia vicino ai monumenti italiani più importanti quali l'altare della Patria, i fori imperiali ed il Colosseo.

maps/viewtrack/313532 - Quarta tappa all'insegna delle colline, da Terracina a Maddaloni con la parte finale adatta agli attacchi ma anche la fuga di giornata potrebbe arrivare, è una tappa che potrebbe rimescolare le carte nella classifica generale visto che sono presenti 3 GPM nella parte finale di cui solo due nel finale potrebbero fare la differenza.

maps/viewtrack/313535 - La quinta tappa segna il primo arrivo in salita collinare, da Nocera Inferiore a Camerota, si affrontano ben 5 GPM, l'arrivo in salita potrebbe permettere a finisseur o ai big di provare a fare la differenze con un attacco, non è esclusa una volata ristretta.

maps/viewtrack/313537 - Velocisti di nuovo protagonisti nella tappa numero 6, da Policastro Bussentino a Pizzo, 196km di pianura costeggiando il mare con l'unica problematica delle gallerie con scarsa illuminazione, qui i velocisti sono protagonisti assoluti, tappa che non cambia le sorti della classifica generale.

maps/viewtrack/313538 - Settima tappa da Messina a Rifugio Sapienza, la prima della tre giorni in Sicilia, tappa dove i big potrebbero giocarsela alla grandissima e creare le prime crepe nella classifica generale, si affrontano ben due parti diverse dell'Etna, prima il versante Mareneve poi il Rifugio Sapienza dov'è posto l'arrivo dal versante di Zafferana Etnea.

maps/viewtrack/313540 - Ottava tappa, la cronoscalata dell'Etna ma questa volta di arriva a Piano Fiere su una distanza di 40km partendo da Catania con i big che potrebbero completare la prima scrematura fatta il giorno prima con l'arrivo a Rifugio Sapienza.

maps/viewtrack/313541- La nona tappa che chiude la prima settimana è la tappa che ricorda Falcone e Borsellino, si parte da Palermo e si arriva a Trapani, si affrontano tre salite, il Monte Pellegrino all'inizio, Castelli di Baida nel mezzo e la tremenda salita di Erice nel finale, qui una fuga di giornata potrebbe arrivare ma non è escluso l'arrivo in volata ristretto.

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/313542 - Dopo il giorno di riposo la tappa numero 10 simile a un Giro delle Fiandre visto che si presentano vari strappi che potrebbero rendere la vita facile a finisseur o addirittura a qualche big che potrebbe tentare un'eventuale allungo, non sono da escludere le volate di gruppo o ristrette.

maps/viewtrack/313543 - L'undicesima tappa è da Tortoreto Lido a Castelfidardo con i muri marchigiani a farla da protagonisti, qui una fuga di giornata potrebbe arrivare ma non è escluso l'arrivo a ranghi ristretti con i velocisti più resistenti protagonisti.

maps/viewtrack/313546 - Dodicesima tappa da Jesi a Faenza attraversando la terra cara a Marco Pantani, infatti un traguardo volante è posto proprio a Cesenatico, la volata compatta è assicurata visto che la salita di Monte San Bartolo è abbastanza lontana dal traguardo.

maps/viewtrack/313548 - La tredicesima tappa è una tappa di alta montagna vallonata cioè con arrivo in discesa da Imola a Sestola affrontando 3 GPM : Croce Arcana, Abetone e Pian Cavallaro, qui la classifica generale potrebbe essere nuovamente sconvolta ma attenzione alle fughe di giornata o agli attacchi nel finale in caso di gruppo maglia rosa ristretto.

maps/viewtrack/313550 - Si arriva nella campagna medicea, una cronometro a farla da padrone, da Prato a Poggio a Caiano, cronometro atipica con due salite da affrontare : Il Castra e la salita di Artimino, qui i cronoman e i big si scontreranno visto che sarà sfida all'ultimo sangue, ancora una volta la generale per la maglia rosa potrebbe essere sconvolta nuovamente.

maps/viewtrack/313555 - Quindicesima tappa in riviera, si arriva a Portofino partendo da La Spezia, tappa mossa adatta ai finisseur ma npn è escluso un arrivo a ranghi ristretti o di una fuga di giornata visto che la tappa vista l'altimetria permette.

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/313556 - Dopo il giorno di riposo che apre all'ultima settimana quella decisiva, si inizia col tappone alpino ligure-piemontese da Imperia a Sant'Anna di Vinadio qui i big potrebbero sfidarsi nel primo round dell'ultima settimana, si affronta il Colle Fauniera una delle salite che il Giro ha scoperto negli ultimi 20 anni.

maps/viewtrack/313558 - La diciassettesima tappa è l'ultima chiamata per i velocisti, classica tappa di trasferimento prima del trittico alpino Cancano-Valmartello-Giau.

maps/viewtrack/313564 - Diciottesima tappa che apre il trittico alpino, da Lecco a i Laghi di Cancano con le salite dell'Aprica, del Monte Padrio, del Mortirolo e delle Torri di Fraele nel finale da affrontare, qui il secondo round tra i big della generale.

maps/viewtrack/313574 - La diciannovesima tappa rappresenta l'inferno del Giro nonchè la tappa regina del Giro, da Ponte di Legno a Valmartello con Gavia e Stelvio da affrontare, un tappone alpino tremendo che potrebbe mettere in ginocchio tanti ma attenzione a non sprecare energie per il successivo tappone dolomitico

maps/viewtrack/313583 - Ventesima tappa prima della cronopasserella, da Merano al Passo Giau affrontando Monte Giovo, Passo delle Erbe, Valparola ed il Giau come arrivo qui si potrebbero sentire le prime fatiche e qualche big potrebbe patire una crisi decisiva.

maps/viewtrack/313585 - La cronopasserella finale da Marostica a Vicenza è quella che potrebbe definire la classifica generale di un Giro d'Italia durissimo, qui i big dovranno dare il tutto per tutto, nel finale si affronta la salita di Monte Berico ma da un versante più agevole.
Last edited by emilio.torre on 23/11/2019, 23:12, edited 1 time in total.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/13403 - GIRO DELLE DUE SICILIE (Prologo + 9 tappe) 2 tappe per velocisti, 3 di alta montagna, 3 collinari e 2 cronometro individuali

maps/viewtrack/313816 - Il prologo del Due Sicilie è una cronoscalata di 13km da Trapani a Erice, prima tappa che potrebbe creare una prima classifica generale per la maglia rossa, tappa dove i big dovranno dare il massimo senza distrarsi.

maps/viewtrack/313821 - La prima tappa è per velocisti da Monreale a Capo d'Orlando, ma attenzione ai 2 GPM nel mezzo che potrebbero dare opportunità di frammentare il gruppo dando la possibilità ada attacchi da lontano che potrebbe essere riassorbito verso la fine della tappa dal gruppo.

maps/viewtrack/313829 - Seconda tappa che si snoda tra le colline messinesi, un circuito da ripetere tre volte con due GPM pedalabili che potrebbero fare la differenza, attacchi da lontano o una volata ristretta potrebbe arrivare al traguardo del circuito di Messina.

maps/viewtrack/313835 - La terza tappa è interamente calabra, da Pizzo a San Giovanni in Fiore, i monti silani la fanno da padrone, nel finale lo strappo di San Giovanni in Fiore potrebbe regalarci delle sorprese

maps/viewtrack/313836 - La quarta tappa chiama agli ordini nuovamente i velocisti che avranno l'ultimo palco libero prima delle tappe più dure, tappa con ben 3 GPM nel mezzo che non potrebbero spezzettare il gruppo, 248km da Rossano Scalo a Putignano è la tappa più lunga del Due Sicilie

maps/viewtrack/313837 - Quinta tappa è quella che apre ai big, da Altamura a Monte Vulture attraversando anche i laghi di Monticchio, la salita finale è dura e potrebbe creare selezione in gruppo, la maglia rossa potrebbe cambiare leader di botto.

maps/viewtrack/313838 - La sesta tappa è un altro palco per i big, il Blockhaus è la salita più alta del Due Sicilie con i suoi 2066 metri sul livello del mare, dopo lo spezzagambe sul Monte Vulture ci sarà la possibilità di rifarsi sul Blockhaus e non sarà facile.

maps/viewtrack/313839 - Settima tappa da Sulmona a Cassino è una tappa che darà fiato visto che è di alta montagna ma con arrivo in discesa, tappa che darà possibilità ad una fuga di giornata di arrivare al traguardo ma attenzione agli attacchi in solitaria.

maps/viewtrack/313842 - Ottava tappa è una tappa da classica, molto simile a una Freccia Vallone, ma l'arrivo non è posto sul muro di Huy ma sul Colle Bellaria a Salerno, si parte da Maddaloni e si affronta tutta la valle campana con ben 4 GPM nel suo mezzo, qui bisognerà dare il massimo, i velocisti più resistenti cercheranno rivalsa ma anche i big tenteranno un eventuale zampata prima della cronopasserella finale.

maps/viewtrack/313844 - La nona tappa ossìa la cronopasserella è una cronometro breve ma dura, qui se la classifica sarà ravvicinata saranno fuochi e fiamme visto che due GPM nel mezzo potrebbero giocare brutti scherzi a chi lotta per la generale per la maglia rossa.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

GIRO D'ITALIA - (21 tappe e 2 giorni di riposo) -maps/tours/view/13448 - da Palermo a Milano, con 6 tappe per velocisti, 6 tappe di media difficoltà, 7 tappe di alta montagna e 2 cronometro individuali

maps/viewtrack/315290 - la prima tappa è il cronoprologo, cronoscalata al Monte Pellegrino con partenza da Palermo, primo palco che potrebbe dare le prime risposte importanti per la generale

maps/viewtrack/315293 - la seconda tappa da a Monreale a Gioiosa Marea è riservata ai velocisti, tappa pianeggiante con un solo GPM abbastanza lontano dal traguardo che non può rappresentare un pericolo per i velocisti.

maps/viewtrack/315298 - Terza tappa già c'è aria di alta montagna, da Gioiosa Marea a Etna Piano Provenzana, qui il palco comincia a scaldarsi, i big cercheranno di calare i primi assi e creare varchi importanti nella classifica generale.

maps/viewtrack/315300 - Quarta tappa in Calabria, da Reggio Calabria a Tropea di media difficoltà, adatta ai finisseur o alle fughe di giornata, tappa abbastanza movimentata da i GPM presenti partendo dal primo GPM di giornata di seconda categoria che potrebbe addirittura frammentare il gruppo, poi seguono GPM abbastanza pedalabili, l'ultimo posto a soli 6km dal traguardo.

maps/viewtrack/315301 - Dopo l'Etna alla sesta tappa si ritorna salire, questa volta siamo nell'appennino lucano, si arriva a Monte Sirino partendo da Terme Luigiane, in questa quarta tappa potrebbe arrivare una fuga ma attenzione perchè qualche big potrebbe risparmiare energie per le salite successive

maps/viewtrack/315304 - La quinta tappa è collinare, si parte da Sapri e si affronta il basso Cilento tratto costiero a Palinuro poi si va nell'entroterra per poi entrare nel vallo di Diano con due GPM, poi si va verso Salerno, usciti dalla città di Salerno si affronta il GPM di Dupino abbastanza pedalabile per poi rientrare in pianura prima dello strappo finale di Lettere dove potrebbero crearsi varchi anche in una fuga di giornata.

maps/viewtrack/315305 - La sesta tappa è adatta a velocisti resistenti visto che c'è un circuito con arrivo in salita in pieno stile Amstel Gold Race, da Napoli ad Anagni percorso prevalentemente pianeggiante fino all'ingresso nel circuito finale.

maps/viewtrack/315306 - Dopo le fatiche della quinta e sesta tappa adatta alle ruote veloci, si affronta tutta la piana romana con un solo GPM non troppo pericoloso nel mezzo, arrivo pianeggiante per volate di gruppo.

maps/viewtrack/315309 - Prima del giorno di riposo ecco di nuovo le montagne, si arriva sul Terminillo salita anticipata da degli strappi e alcune salite pedalabili, qui i big ancora una volta potrebbero essere protagonisti in questa tappa.

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/315315 - Dopo il giorno di riposo tappa di media di difficoltà altimetricamente simile a un Giro delle Fiandre con i muri marchigiani a farla da padrone,da Foligno a Fossombrone, tappa dove anche una fuga di giornata ma anche un eventuale attacco da lontano potrebbe arrivare al traguardo visto che si faranno ben 2 giri sul circuito con la tremenda salita dei Cappuccini.

maps/viewtrack/315317 - Velocisti nuovamente protagonisti dopo la tappa Fiandre, da Pesaro a Forlì, qui la volata è assicurata visto che i 2 GPM di giornata non sono affatto pericolosi per i velocisti.

maps/viewtrack/315321 - Dopo gli sprint, tappa di media alta montagna con l'appennino tosco-romagnolo, da Forlì a Firenze, 162km con quattro salite nel centro : Passo del Manzo, Passo della Braccina, Passo della Calla e Passo della Croce a Mori poi nel finale lo strappo di Fiesole per chi vorrebbe tentare l'attacco da lontano.

maps/viewtrack/315322 - Si riparte da Firenze e si affrontano le montagne toscane per arrivare a Il Ciocco, tappa di montagna adatta alle fughe visto che il gruppo potrebbe lasciarla andar via senza problemi ma attenzione ai big che tenteranno l'attacco sulla salita finale.

maps/viewtrack/315327 - Dopo le montagne toscane alla quattordicesima tappa ecco la seconda crono del Giro d'Italia, la cronometro emiliana di Cento con partenza nel centro ed arrivo in stile Parigi-Roubaix all'interno del velodromo, cronometro pianeggiante adatta ai cronoman veloci ma attenzione ai cronoman protagonisti nella generale che potrebbero creare scompiglio con i big.

maps/viewtrack/315328 - Prima dell'ultimo giorno di riposo i velocisti tenteranno un altra zampata, da Carpi ma precisamente dal campo di Fossoli per ricordare l'Olocausto per arrivare nella città degli scacchi cioè Marostica, prevalentemente pianeggiante ma con 3 GPM non troppo pericolosi per i velocisti.

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/315331 - Dopo il giorno di riposo arrivano le Dolomiti, da Belluno a Canazei, tappa di alta montagna adatta ai discesisti visto che l'arrivo è vallonato, si affrontano Staulanza, Giau, Valparola e la Marmolada dal versante più duro.

maps/viewtrack/315334 - tappa di media difficoltà si riparte da Canazei e si arriva a Maderno, sul Garda bresciano, tappa adatta alle fughe visto che nel mezzo c'è il Monte Bondone GPM ambito per chi vorrà fare il pieno di punti per la classifica scalatori.

maps/viewtrack/315341 - tappa all'insegna delle montagne lombarde, da Brescia alll'arrivo più alto, sul Passo Gavia, si affrontano però prima il Maniva, il Cadino, l'Aprica ed il Mortirolo per poi concludere in bellezza sul Gavia, tappa dove i big cercheranno di rivelarsi e creare varchi importanti vista l'ambito arrivo sulla Cima Coppi

maps/viewtrack/315349 - diciannovesima tappa pianeggiante da Morbegno a Verbania, sarà il penultimo banco per i velocisti prima dell'ultimo palco di Milano dedicato a loro, due GPM non troppo impegnativi che non limiteranno certo la volata compatta.

maps/viewtrack/315348 - Tappone alpino con protagoniste le Alpi dei Grigioni, da Airolo al Gran San Bernardo con 4 GPM da affrontare, San Gottardo dal versante della Tremola, il Furkapass con una lunga pianura prima del Colle di Champex ed arrivo sul Gran San Bernardo, tappa dove si decide il Giro d'Italia in caso di classifica a tempi ravvicinati.

maps/viewtrack/315350 - Passerella finale da Como a Milano, 97km adatta ai velocisti, qui gli ultimi punti per la maglia ciclamino verranno assegnati per poi consegnare all'albo d'oro del Giro il vincitore del Trofeo Senza Fine e della Maglia Rosa in Piazza Duomo

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

Le classiche create da me, classiche da tutto il mondo create da me

maps/viewtrack/248767 - Strade Bianche, da Certaldo a Siena, 200km, 16 tratti di sterrato, tanta collina e tanta Toscana

maps/viewtrack/276929 - Milano-Sanremo, da Milano a Sanremo, 293km, la classica monumento più lunga e spettacolare eccola servita

maps/viewtrack/316236 - Gent-Wevelgem, da Gent a Wevelgem, 246km, la classica che apre la strada verso il Giro delle Fiandre

maps/viewtrack/266299 - Giro delle Fiandre, da Waregem a Oudenaarde, 262km, la classica dei muri fiamminghi

maps/viewtrack/265928 - Freccia Fiamminga, da Ronse\Renaix a Oudenaarde, 246km, un assaggio di Giro delle Fiandre ma con un tocco Liegi-Bastogne-Liegi

maps/viewtrack/257714 - Parigi-Roubaix, da Compiegne a Roubaix, 285km, con 23 settori di pavè da affrontare

maps/viewtrack/269208 - Amstel Gold Race, da Maastricht a Berg en Terbijt, 250km, una delle mie classiche preferite

maps/viewtrack/267766 - Freccia Vallone, da Wavre a Mur de Huy, 217km, classica della Vallonia arricchita da 3 settori di pavè e 5 cote di cui 3 da ripetere in un circuito di 3 giri

maps/viewtrack/257266 - Liegi-Bastogne-Liegi, da Liegi a Liegi, 272km, la Doyenne disegnata da me con ben 11 cote da affrontare e finale vallonato.

maps/viewtrack/263097 - Giro della Campania, da Nocera Inferiore a Avellino, 280km, una delle classiche regionali più rappresentative del Sud, il Campania

maps/viewtrack/243210 - Basel-Stadt Tour, da Basilea a Basilea, 203km, ecco a voi il giro del Cantone Basilea con sconfinamento in Francia.

maps/viewtrack/210361 - Nurnberg Cyclassic, da Norimberga a Norimberga, 238km, la classica di Norimberga

maps/viewtrack/242175 - Jahreswagen Neckar Cyclassics, da Stoccarda a Stoccarda, 198km, il Gran Premio Industria e Artigianato tedesco

maps/viewtrack/206553 - Bayern Rundfahrt, da Leutkirch in Allgau a Monaco di Baviera, 259, il Giro di Baviera con le sue salite e i suoi strappi collinari.

maps/viewtrack/312755 - Pretium Alfaternum, da Nocera Inferiore a Nocera Inferiore, 259km, la classica dell'Agro Nocerino Sarnese dell'alto Irno

maps/viewtrack/267149 - Freccia Sole, da Solofra a Solofra, 216km, la classica conciaria del Sud

maps/viewtrack/218325 - Giro delle Costiere, da Nocera Inferiore a Marina di Camerota, 249km, la classica di Luglio che affronta costiera sorrentina,amalfitana e cilentana

maps/viewtrack/243175 - Giro del Cilento, da Agropoli a Marina di Camerota, 253km, il giro della costa del mito che affronta le sue salite collinari

maps/viewtrack/240654 - Clasica de San Sebastian, da Donostia\San Sebastian a Donostia\San Sebastian, 171km, la classica degli altos baschi e delle colline basche

maps/viewtrack/252257 - Yorkshire Mancunian Race, da Leeds a Manchester, 200km, la classica britannica del nord-ovest

maps/viewtrack/301337 - Giro di Toscana, 228km, da Pontedera a Pontedera, il Giro di Toscana che affronta 9 salite tra cui il San Baronto e il Castra

maps/viewtrack/303509 - Coppa Sabatini, 198km, da Peccioli a Peccioli, la Coppa delle colline pisane e della città di Peccioli

maps/viewtrack/301999 - Giro del Piemonte, da Cuneo a Ciriè, 214km, classica piemontese con ben 5 salite nel suo percorso

maps/viewtrack/301995 - Milano-Torino, da Magenta a Colle di Superga, 214km, classica autunnale con un circuito finale includente 2 GPM da ripetere 3 volte

maps/viewtrack/252956 - Giro dell'Emilia, da Bologna Fiere a Bologna San Luca, 268km, la classica del San Luca arricchita con una novità,5 settori in strada di ghiaia

maps/viewtrack/315461 - Parigi-Le Mans, da Issy-les-Moulineaux a Le Mans, 229km, la classica francese del Centro Nord-Ovest che affronta la pianura parigina e della Alta Loira

maps/viewtrack/306326 - Tre Valli Varesine, da Saronno a Varese, 208km, la classica delle valli varesine con arrivo sulla salita dei Ronchi in stile classica delle Ardenne

maps/viewtrack/240628 - Giro di Lombardia, da Bergamo a Lecco, 247km, la classica autunnale per eccellenza

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/viewtrack/317235 - MILANO-SALERNO (Prologo+9 tappe) 3 tappe per velocisti, 2 collinari, 3 tappe di alta montagna e 2 cronometro individuali

maps/viewtrack/317209 - La cronometro di apertura si svolge nella zona del Velodromo Vigorelli in cui è posto l'arrivo del prologo, il percorso si snoda su 7km nel centro di Milano con arrivo all'intero del tempio del ciclismo italiano.

maps/viewtrack/317212 - La prima tappa parte da Bottanuco nella pianura bergamasca ed arriva a Sassuolo, si affronta la pianura padana tra Lombardia ed Emilia Romagna passando per Piacenza e Parma, prima dell'arrivo di Sassuolo c'è un GPM non pericoloso per gli sprinter che però potrebbe provocare qualche attacco.

maps/viewtrack/317217 - La seconda tappa da Ravenna a Poggio a Caiano, tappa collinare nell'appennino tosco-romagnolo con molte salite, arrivati a Poggio a Caiano ci si affronta un circuito con gli strappi di Carmignano e Artimino in pieno stile Giro delle Fiandre.

maps/viewtrack/317218 - Terza tappa riparte da Poggio a Caiano e arriva nella città di Peccioli, qui si affrontano il San Baronto, il Castra ed il Monte Serra, qui una fuga potrebbe arrivare visto che l'arrivo è in leggera salita.

maps/viewtrack/317219 - Velocisti protagonisti nella quarta frazione prima del trittico delle montagne centro meridionali, da Peccioli a Grosseto con una salita lontana dal traguardo e non pericolosa per gli sprinter, nel finale circuito tra il litorale maremmano e la città di Grosseto.

maps/viewtrack/317222 - Unico arrivo in salita, quello del Terminillo in questa quinta frazione, si parte da Montalto di Castro e si affrontano le colline viterbesi e la valle sabina per poi scalare il terribile Terminillo, tappa dove i big potrebbero calare i primi assi dopo il rotaggio delle prime frazioni.

maps/viewtrack/317225 - La sesta tappa da L'Aquila a Ortona è una tappa di alta montagna vallonata con un arrivo sulla costa abruzzese in leggera salita ad Ortona, qui una fuga bidone potrebbe arrivare al traguardo.

maps/viewtrack/317230 - Settima tappa prima della cronometro a Maddaloni è abbastanza tosta ma vallonata nel finale, si parte da Ortona e si arriva a Castel di Sangro dopo aver affrontato Lanciano, San Leonardo e Altopiano delle Cinque Miglia.

maps/viewtrack/317233 - Ottava tappa è forse quella decisiva, qui una classifica ristretta potrebbe regalare sorprese dall'inizio alla fine, si parte da Sant'Agata de Goti e si arriva a Maddaloni, cronometro atipica dove tutti dovranno avere nervi saldi per conquistare la maglia smeraldo prima della passerella di Salerno.

maps/viewtrack/317235 - La tappa finale è una passerella per i velocisti con un circuito finale da ripetere 5 volte nel centro di Salerno, nel percorso sono incluse 3 salite, Parco Fienga, Muro Universitario ed infine prima del circuito il Colle Bellaria sul panorama di Salerno.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/13507 - CAMPIONATI DEL MONDO DI CICLISMO UOMINI ELITE (2 prove) 1 cronometro ed 1 prova in linea

maps/viewtrack/317266 - La prova a cronometro maschile parte da Tournon e arriva ad Albertville con il circuito con la salita di Pallud da ripetere per ben 4 volte, adatta particolarmente a cronoman forti in salita

maps/viewtrack/317261 - La prova in linea a maschile si basa su un percorso di alta montagna con partenza da Grenoble ed arrivo ad Albertville, le prime due sono il Col de Cochette e il Col de Champeney prima di entrare nel circuito Ovest che include Col de Vorger e Collet du Tamiè da ripetere per 5 volte, percorso molto duro ed adatto a scalatori puri e completi.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/13517 - TOUR DE FRANCE (21 tappe) 8 tappe per velocisti, 6 tappe collinari o di media alta montagna, 4 tappe di alta montagna e 3 cronometro individuali

maps/viewtrack/317464 - La prima tappa del Tour de France parte dalla Gran Bretagna, più precisamente nel centro di Londra, cronometro che si snoda per 6km nel Royal Park di Buckingham e Piccadilly, prologo abbastanza facile dove esce la prima maglia gialla del Tour de France

maps/viewtrack/317466 - Seconda tappa prima di entrare in Francia dal McLaren Park di Woking a Southampton, tappa adatta ai velocisti qui il primo sprint è servito.

maps/viewtrack/317467 - Rientrati in Francia, la terza tappa parte da Le Havre ed arriva ad Argentan, tappa abbastanza facile dove la volata è assicurata

maps/viewtrack/317468 - La quinta tappa parte da Flers e arriva sulle rive del Mare del Nord a Cap Frehel, tappa adatta ai velocisti, ma l'ultima salita di Sainte-Aide a pochi km del traguardo darebbe l'opportunità ad attacchi da finisseur che potrebbero decidere la tappa.

maps/viewtrack/317469 - Sesta tappa interamente in Bretagna ed è primo arrivo in salita al Mur de Bretagne da ripetere per ben 3 volte come lo si fa per la Freccia Vallone, qui con il primo arrivo in salita velocisti resistenti e i passisti adatti alle classiche delle Ardenne potrebbero far cambiare la classifica generale in un botto.

maps/viewtrack/317471 - Dopo il Mur de Bretagne è nuovamente volata da Vannes a Les Herbiers, si arriva nella Vandea nella capitale della crono delle nazioni, qui i velocisti più ruggenti cercheranno di giocarsela in volata.

maps/viewtrack/317473 - La tappa più lunga del Tour, 255km da Poitiers a Montlucon prima del tappone nel massiccio centrale, tappa mossa per velocisti che potrebbero un altra volata delle loro.

maps/viewtrack/317474 - Secondo arrivo in salita del Tour si arriva a Super Besse Sancy, qui una fuga di giornata potrebbe arrivare ma attenzione ai big che potrebbero sconvolgere nuovamente la classifica generale visto che il tappone del massiccio centrale potrebbe cambiare le carte in tavola.

maps/viewtrack/317475 - La prima settimana si chiude con la cronometro di Aurillac, lunga 25km e con due salite da affrontare, cronometro collinare con 2 GPM di terza categoria nel mezzo a dare il filo da torcere ai corridori, qui i cronoman più esperti daranno la prima scossa ma anche i big dovranno difendersi a spada tratta.

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/317477 - La decima tappa dopo il giorno di riposo è il primo dei due tapponi pirenaici in programma, da Tarbes a Col de Mentè, tappa di alta montagna dove tutti i big sono chiamati a fare attenzione visto che si affrontano Tourmalet, Aspin, Peyresourde e Port de Balès con arrivo a Col de Mentè.

maps/viewtrack/317479 - Undicesima tappa altro arrivo in salita, si arriva a Prat d'Albis sopra Foix, ma prima si affrontano Tuc de Lane, Agnes, Port de Lers, Souloumbrie, Port de Pailhères e poi arrivo in quota a Prat d'Albis, tappa pirenaica dove anche una fuga potrebbe arrivare.

maps/viewtrack/317481 - La dodicesima tappa invece è una tappa di trasferimento adatta ai velocisti con arrivo a Le-Grau-du-Roi nella Camarga con un circuito finale nelle perimetrali della cittadina camarga.

maps/viewtrack/317482 - Dopo la Camarga si riparte dalla città dei Papi cioè Avignone e si arriva a Manosque, tappa collinare adatta alle fughe bidone e agli arrivi in solitaria.

maps/viewtrack/317485 - La quattordicesima tappa è di media alta montagna, da Nizza si sconfina in Italia e si arriva al Santuario di Vicoforte, tappa dove si faticherà molto prima del tappone alpino del giorno successivo visto che qui si affrontano il Col d'Eze, il Colle Langan, il Passo Teglia ed il Colle di Nava, tutto ciò potrebbe avvantaggiare una fuga ristretta.

maps/viewtrack/317487 - Quindicesima tappa da Cuneo a Monginevro, tappa di alta montagna e si affrontano Fauniera, Maddalena, Vars, Izoard e col Monginevro dov'è posto l'arrivo, qui i big potrebbero muovere attacchi pesanti per accaparrarsi la maglia gialla visto che sarà un arrivo ambito.

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/317489 - Dopo il giorno di riposo, ecco la tappa del Galibier e del Mollard, tappa di alta montagna adatta ai discesisti visto che l'arrivo è vallonato, classica tappa di alta montagna adatta alle fughe.

maps/viewtrack/317491 - La diciassettesima tappa c'è un altro arrivo in salita ma questa volta collinare visto che si arriva a La Giettaz, qui i big non potrebbero lasciar partire una fuga visto che ci troviamo a ridosso degli ultimi giorni del Tour de France e dove non si può sbagliare.

maps/viewtrack/317492 - Diciottesima tappa, tappa mossa adatta a velocisti resistenti se non addirittura ai finisseur visto che la tappa è collinare, per l'altimetria ricorda una Liegi-Bastogne-Liegi.

maps/viewtrack/317496 - Diciannovesima tappa all'insegna dei velocisti da classiche come il Fiandre visto che l'arrivo a Digione è anticipato da una serie di strappi che selezionerebbero il gruppo e potrebbero regalare molte sorprese.

maps/viewtrack/317497 - Prima della passerella di Parigi c'è la cronometro di Nevers nel bel mezzo della campagna francese della Loira, qui in caso di classifica generale a ranghi ravvicinati potrebbe decidersi il Tour de France e con risultati ancor più clamorosi.

maps/viewtrack/317499 - La passerella finale degli Champs-Elysèes, si parte da Etampes e si arriva nel cuore di Parigi, in questa tappa si coronerà la maglia gialla dinnanzi all'Arco di Trionfo che domina i Campi Elisi

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/13523 - TRANSALP TOUR (prologo+6 tappe) 3 tappe collinari, 4 tappe di alta montagna e 1 cronometro a squadre

maps/viewtrack/317595 - Il prologo è una cronometro a squadre che si svolge a Treviso , su un percorso di 15km, è l'unica tappa in pianura inclusa nella corsa a tappe.

maps/viewtrack/317596 - La prima tappa è da Conegliano a Giavera del Montello, tappa in stile Giro delle Fiandre visto che affrontano nel percorso strappi e salite quali il muro di Cà del Poggio, Colle della Tombola, Via Alessi e Monumento Pennella, qui i finisseur potrebbero attaccare insieme ai big e potrebbero arrivare in volata ristretta

maps/viewtrack/317599 - Primo assaggio di Dolomiti nella seconda frazione, da Marostica a San Martino di Castrozza, i GPM sono : La Rosina, Fondi, Passo di Pierazzo e San Martino di Castrozza, qui i favoriti alla vittoria finale se la giocheranno quasi sicuramente visto l'arrivo ai piedi del Passo Rolle.

maps/viewtrack/317601 - Tappone dolomitico alla terza frazione, da San Martino di Castrozza a Colle Santa Lucia, qui si affrontano passi dolomitici storici ed il circuito di Colle Santa Lucia da ripetere 3 volte, si affrontano Rolle, Pordoi, Falzarego e Giau.

maps/viewtrack/317604 - Dopo le dolomiti si comincia a dare spazio alle fughe, tappa collinare da Cortina d'Ampezzo a Belluno, si affrontano Cimabanche, Lago di Misurina, Nevegal e Bes con arrivo in leggerissima salita.

maps/viewtrack/317605 - Ennesima tappa di alta montagna da Belluno a Vittorio Veneto e con tanta salita specie nel finale con un lungo giro che include un primo passaggio sulla salita di Castagnè, San Boldo e Praderadego e nel finale nuovamente Castagnè.

maps/viewtrack/317609 - Tappa collinare dedicata agli attacchi da lontano o alle volate ristrette, da Vittorio Veneto a Cividale del Friuli, tappa che include uno sconfinamento in Slovenia e due GPM : San Floriano del Collio e Castelmonte.

maps/viewtrack/317610 - Finale vallonato di alta montagna ma con salite durissime, da Cividale a Savorgnano del Torre, tappa dove i big se la giocheranno, l'arrivo è vallonato ciò potrebbe avvantaggiare una fuga, ma attenzione ai terribili GPM del tappone Carnico-Giuliano con la salita di Chialminis da affrontare all'inizio e nel finale da entrambi i versanti, Pian di Zermula, Cason di Lanza, Sella Carnizza, Passo Tanamea ed infine l'ultimo passaggio sul Chialminis prima dell'arrivo a Savorgnano del Torre

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/13532 - PARIGI-NIZZA (8 tappe), 2 tappe per velocisti, 3 tappe collinari, 2 tappe di alta montagna ed 1 cronometro individuale

maps/viewtrack/317898 - La Parigi-Nizza solitamente parte dal dipartimento dell'Yvelines appena fuori Parigi, la prima tappa è dedicata ai velocisti, su un circuito pianeggiante che circola attorno alla campagna di Rambouillet.

maps/viewtrack/317900 - Seconda tappa mossa ma per velocisti, da Montargis a Clamecy, finale non insidioso visto che ci sarà uno strappetto non difficile prima dell'arrivo da ripetere 3 volte.

maps/viewtrack/317904 - Dopo i velocisti ecco la prima tappa per i finisseur, primo arrivo in salita a Mont Saint-Joseph ai piedi del massiccio centrale, arrivo in salita dove anche i velocisti più resistenti potrebbero giocarsela.

maps/viewtrack/317908 - L'unica cronometro di questa corse a tappe è a Lione, in 20km si affrontano gli strappi lionesi, con un cronocircuito di 7km con intermedio e arrivo alla Croix-Rousse.

maps/viewtrack/317912 - Alla sesta tappa prove di Ardenne, tappa altimetricamente simile a una Liegi-Bastogne-Liegi con partenza da Givors a Valence con molte salite collinari nel finale.

maps/viewtrack/317922 - Ancora assaggio di Ardenne ma questa volta si fa un percorso simile alla Amstel Gold Race, nei dintorni di Manosque e con arrivo al Col de la Mort d'Imbert, qui i big proveranno a giocare le prime carte prime delle due tappe finali nizzarde provando ad allungare.

maps/viewtrack/317965 - Prima tappa nizzarda con arrivo in quota a Peira-Cava, si affrontano ben 2 salite Hors Categorie, il Col de la Colmiane e il Col de Turini, arrivo in quota in falsopiano dove anche una volata ristretta o un arrivo in solitaria potrebbe arrivare.

maps/viewtrack/317974 - Passerella finale di alta montagna ma vallonata, la tappa classica della Parigi-Nizza con il Col de Villefranche ed il tremendo Col d'Eze, tappa abbastanza dura dove anche un attacco da lontano potrebbe fare la differenza.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/13557 - VUELTA A ESPANA (21 tappe) 7 per velocisti, 6 collinari, 5 di alta montagna e 3 cronometro individuali

maps/viewtrack/318643 - La prima tappa della Vuelta a Espana si svolge a Huelva, in Andalusia, una cronometro di 23km abbastanza facile adatta ai cronoman da pianura.

maps/viewtrack/318644 - Seconda tappa da Palos de la Frontera ed arrivo in leggera salita ad Aznalcollar ma adatto agli sprinter potenti che lotteranno per questa tappa

maps/viewtrack/318646 - La terza tappa è collinare,da Jerez de la Frontera a Grazalema sullo strappo affrontato all'ultima Ruta del Sol con 100m circa in pavè, ma prima di essa sarà un insidioso circuito con il Mirador de las Palomas e prima ancora il Puerto del Boyar

maps/viewtrack/318659 - Rientrati in Spagna si riparte da Malaga con una tappa per velocisti, nel mezzo 2 GPM non troppo insidioso ma attenzione ai ventagli.

maps/viewtrack/318660 - Ancora colline, un finale adatto ad attacchi da lontano e ai finisseur, ma una fuga potrebbe arrivare a destinazione.

maps/viewtrack/318663 - Di nuovo velocisti protagonisti, l'arrivo di Marchena è adatto a loro perchè l'unico GPM di giornata è solo all'inizio quindi ci sarà tempo per recuperare terreno sulla fuga di giornata.

maps/viewtrack/318667 - Settima tappa collinare ma con arrivo in salita all'aerodromo La Balanzana posto sopra la città di Cordoba, qui una fuga bidone potrebbe arrivare ma i primi big potrebbero anche giocare le prime carte.

maps/viewtrack/318668 - Primo arrivo in salita di questa Vuelta a Espana, si arriva all'osservatorio di Calar Alto, qui i pretendenti alla classifica generale e alla Roja scopriranno i primi assi visto l'arrivo in salita a Calar Alto.

maps/viewtrack/318671 - Dopo Calar Alto l'ultima della prima settimana da Murcia a Benidorm con il circuito del mondiale 1992 da ripetere per ben due volte dove ci potrebbero essere attacchi da lontano e fughe repentine dal gruppo.

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/318675 - La seconda settimana si apre con due tappe in alta montagna nei Pirenei catalani, prima ad Andorra Arcalis dove gli scalatori e i big dovranno fare i conti con una salita tremenda.

maps/viewtrack/318676 - Poi c'è il Coll de la Gallina, un arrivo tostissimo dove i big potrebbero concentrarsi sulla generale e tenere sotto controllo un eventuale fuga di giornata.

maps/viewtrack/318677 - Dopo i Pirenei sprinter nuovamente protagonisti, da Tremp a Fuentes de Ebro, tappa abbastanza facile che non darà sicuramente problemi ai velocisti.

maps/viewtrack/318679 - Tappa collinare da Zaragoza a Pamplona, tappa dedicata a Miguel Indurain, qui una fuga potrebbe arrivare ma attenzione a chi attaccherà in gruppo compatto.

maps/viewtrack/318680 - Si arriva nei Paesi Baschi e i loro alti, da Pamplona a Vitoria-Gasteiz tappa adatta ai finisseur con un finale pianeggiante ma la tappa a se stessa è dura visto che c'è molta salita.

maps/viewtrack/318681 - Cronometro della seconda settimana a Vitoria-Gasteiz prima del giorno di riposo, la seconda cronometro di questa Vuelta è adatta ai cronoman forti in pianura e sugli strappi, qui qualche big proverà a guadagnare prima dell'Angliru.

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/318728 - Dopo le fatiche dei Pirenei ecco l'Angliru, qui i big dovranno cimentarsi in una tappa molto nervosa visto che si viene dopo un giorno di riposo.

maps/viewtrack/318732 - Spazio ai velocisti nella Luarca-Xove, qui nonostante i saliscendi nel finale i velocisti saranno protagonisti assoluti della tappa.

maps/viewtrack/318733 - Dopo l'arrivo di Xove si arriva a Santiago di Compostela con una tappa particolarmente mossa e piena di strappi nel finale, visti gli strappi anche un finisseur potrebbe vincere a mani basse.

maps/viewtrack/318735 - Qui i protagonisti assoluti saranno i monti galiziani, ultima grande prova per i big prima della cronometro di Ourense, qui è situazione da lotta serrata e l'arrivo in salita non potrebbe lasciare scampo a chi avrà meno energie.

maps/viewtrack/318736 - Ultima cronometro prima dello scoppiettante finale a Madrid, cronometro individuale da Ourense al Parco Nautico di Castrelo de Mino, qui in caso di classifica generale ristretta potrebbe esserci battaglia dal primo all'ultimo chilometro.

maps/viewtrack/318737 - Passerella madrilena che incoronerà il vincitore della Vuelta e della maglia rossa dopo tre settimane di battaglie, tappa adatta ai velocisti con alcuni strappi nel finale ma non troppo insidiosi.
Last edited by emilio.torre on 22/07/2020, 23:10, edited 1 time in total.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/13995 - GOLD COAST TOUR (4 tappe) 1 tappe collinare, 1 tappa di media montagna e 2 tappe per velocisti

maps/viewtrack/328482 - la prima tappa inizia e finisce a Surfers Paradise ed include un circuito finale di 10km, nel suo percorso anche la salita di Mount Tamborine che sarà solo un GPM, una tappa mossa con finale adatto alle volate.

maps/viewtrack/328484 - Seconda tappa all'insegna di un arrivo in salita a Mount Tamborine, tappa di media montagna che potrebbe disegnare la classifica della corsa, qui i big potrebbero fare i primi divari in classifica.

maps/viewtrack/328485 - Terza tappa interamente pianeggiante, senza GPM, qui i velocisti troveranno pane per i loro denti ma attenzione ai ventagli che potrebbero frazionare il gruppo.

maps/viewtrack/328490 - La tappa finale invece è una mini Liegi-Bastogne-Liegi ma fatto in Australia, tappa collinare vallonata che parte e finisce nel centro di Brisbane, tappa adatta alle volate ristrette o agli attacchi da lontano.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/14145 - TOUR OF THE ALPS (Prologo + 5 tappe) 2 tappe di alta montagna, 2 tappe di media montagna, 1 tappa collinare ed 1 cronometro individuale

maps/viewtrack/331161 - Il prologo del Tour of the Alps è una cronometro tremenda di 11km, con inizio e fine nel centro di Innsbruck, la salita di Hottinger Hohe che ha deciso il mondiale del 2018 sarà protagonista assoluta mettendo in difficoltà anche i cronoman più forti in salita.

maps/viewtrack/331162 - La prima tappa è di alta montagna, si affrontano Kuhtaisattel, Passo del Rombo e Passo Giovo con arrivo sulla breve ma tremenda salita di Telves di Sopra, gli scalatori e i pretendenti alla classifica generale se la giocheranno alla grande.

maps/viewtrack/331164 - La seconda tappa è di media alta montagna,l'inizio è facile poi dal Passo Nigra fino all'arrivo di San Genesio Atesino sarà durissima, visto che queste ultime due salite potrebbero mettere in difficoltà dei favoriti.

maps/viewtrack/331165 - La terza tappa riserva un assaggio di dolomiti trentine, e si valicano Sella Schermoos, Passo Castrin, Passo Campo Carlo Magno, Passo Daone, il finale è abbastanza semplice e pedalabile niente a che vedere con i finali duri delle precedenti giornate.

maps/viewtrack/331167 - Quarta tappa è alta montagna con finale in discesa, pane per i discesisti ma l'inizio è duro con i Passi Santa Barbara e San Valentino poi breve tratto in pianura prima del Borcola e del Passo Sommo poi ancora pianura fino ad arrivare ai piedi della salita di Compet e dello strappo di Riposo, finale in pianura nel centro di Pergine Valsugana.

maps/viewtrack/331176 - La quinta tappa è la passerella collinare con le salite del Passo Santa Colomba, Passo del Capriolo, e la salita di Falesina da ripetere quattro volte prima del finale piatto con arrivo nel centro di Pergine Valsugana

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/14381 - GIRO DELLE DUE SICILIE (prologo+9 tappe) 3 pianeggianti, 3 collinari, 2 alta montagna e 2 cronometro individuali

maps/viewtrack/337099 - Il prologo del Giro delle due Sicilie si svolge nella città di Caltagirone, 10km di cronometro individuale mossa per decidere la prima maglia rossa del Giro delle due Sicilie

maps/viewtrack/337116 - Prima tappa in linea del Giro delle due Sicilie, tappa piatta con finale nervoso visto che si affronta prima la salita nel centro di Agrigento poi nel finale c'è un tratto in pietre di 1300m non troppo insidioso.

maps/viewtrack/337138 - Seconda tappa è una tappa collinare abbastanza tosta simile a una classica con finale in salita, l'arrivo sullo strappo duro di Monreale potrebbe riservare l'arrivo di una fuga o di una volata ristretta.

maps/viewtrack/337154 - La terza frazione è una tappa per velocisti, le salite di Portella Castanea e Faro Superiore sono lontane dal traguardo all'interno del circuito del centro di Messina.

maps/viewtrack/337243 - Quarta tappa anch'essa pianeggiante con lo strappo di Catanzaro lontano dall'arrivo, tappa con possibili ventagli della costa ionica calabrese che potrebbe selezionare i gruppi e restringere la volata.

maps/viewtrack/337258 - Dopo le due tappe per velocisti, altro arrivo in salita a Pomarico o Colle di Sisto vicino Matera, un arrivo collinare in salita molto tosto che potrebbe riservare grandi sorprese specie per chi lotta per la maglia rossa.

maps/viewtrack/337335 - Sesta tappa ancora arrivo in salita collinare in una tappa molto nervosa prima delle montagne, qui i big dovranno risparmiare più energie possibili ma attenzione agli attacchi da lontano.

maps/viewtrack/337338 - Settima tappa inaugura le tappe di montagna, il primo arrivo in montagna è a Campitello Matese, qui i big dovranno fare i primi sforzi per lottare per la maglia rossa.

maps/viewtrack/337344 - Ottava ed ultima tappa prima del grande arrivo a cronometro di Nocera Inferiore, Lago Laceno sarà il campo di battaglia dove potrebbe decidersi la corsa oppure i big potrebbero giocarsi tutto a cronometro lasciando scappare qualche fuggiasco.

maps/viewtrack/337348 - La cronometro finale di Nocera Inferiore è una cronometro pianeggiante con uno strappo all'inizio poi è tutta pianura, finale all'interno dello Stadio San Francesco d'Assisi di Nocera Inferiore con trequarti di pista da percorrere, qui potrebbe decidersi la corsa e la maglia rossa.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/14443 - GIRO D'ITALIA (21 tappe, 2 giorni di riposo)7 tappe per velocisti, 5 tappe collinari o di media montagna, 6 tappe di alta montagna, 1 cronometro a squadre, 2 cronometro individuale

maps/viewtrack/338562 - La grande partenza del Giro è sull'Isola d'Elba, una tappa mossa adatta ai velocisti dove anche i ventagli la potrebbero fare da padrone.

maps/viewtrack/338569 - Seconda tappa pianeggiante, velocisti di sicuro avranno il loro terreno adatto, ma attenzione al finale con i sampietrini e il pavè del centro di Roma.

maps/viewtrack/338576 - Ancora velocisti nella terza tappa, da Lariano comune dei Colli Albani e di Marta Bastianelli a Capua, tappa abbastanza facile che potrebbe essere decisa ancora da una volata.

maps/viewtrack/338581 - La quarta tappa invece è collinare, adatta agli arrivi ristretti, alle fughe e agli attacchi da lontano, la tappa affronta in una prima parte la Terra di Lavoro prima di entrare nella Penisola Sorrentina e nella Costiera Amalfitana, nel finale di tappa c'è il Valico di Chiunzi affrontato dal versante di Ravello, l'arrivo sullo strappo di Cava potrebbe regalare soddisfazioni ad una volata ristretta o un attacco da lontano.

maps/viewtrack/338583 - La quinta tappa è ancora per i velocisti ma attenzione perchè il finale è simile a quello del Giro delle Costiere misto a quello di una Milano-Sanremo, tappa invitante per un attacco nel finale che potrebbe decidere la tappa.

maps/viewtrack/338660 - La sesta tappa è collinare con arrivo in discesa ed attraversa il basso Cilento e la Val d'Agri, adatta alle fughe bidone e ad attacchi da lontano.

maps/viewtrack/338666 - La settima frazione è l'unica cronometro a squadre, interamente pianeggiante e si arriva al Parco Tecnico di Nardò di proprietà della Porsche.

maps/viewtrack/338669 - Ancora colline nella settima tappa, partendo dalla piana delle Murge tra Puglia e Basilicata si arriva a Rocchetta Sant'Antonio, sulle colline della Daunia, il finale è un continuo saliscendi e potrebbe favorire le fughe di giornata.

maps/viewtrack/338673 - L'ultima tappa della prima settimana è di montagna con arrivo in leggera salita, tappa interamente nelle montagne irpine, da Ariano Irpino a Solofra con le salite del Laceno e del Terminio a farla da padrone, l'arrivo a Solofra è posto su un leggero strappo pedalabile

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/338782 - Dopo il giorno di riposo c'è la breve ma tremenda cronometro di Poggio a Caiano nella campagna pratese del Montalbano, le insidie principali sono le due salite di Madonna del Papa che è molto tosta, Verghereto invece è corta ma facile poi c'è una discesa che porta all'arrivo.

maps/viewtrack/338790 - La tappa numero 11 è da Prato all'Autodromo di Imola, tappa adatta alle fughe da lontano ma il finale in discesa potrebbe rendere vita facile alle volate ristrette o ai finisseur.

maps/viewtrack/338795 - La dodicesima frazione è da Ravenna a Padova, interamente pianeggiante ed attraversa prima la piana di Comacchio e la pianura padana veneta, tappa adatta ai velocisti puri.

maps/viewtrack/338802 - La tredicesima frazione è la prima frazione dolomitica con il Monte Grappa affrontato dal versante inedito del Salto della Capra che è abbastanza duro, poi seguono i passi Rolle e Lavazè poi arrivo al Passo Nigra, tappa dove i big e gli scalatori se la giocheranno alla grande.

maps/viewtrack/338899 - Quattordicesima tappa è un inferno Dolomitico-Carnico, partendo dalla val di Fassa si affrontano Passo San Pellegrino, Rifugio Lagazzon, Passo Duran, Vajont, Forcella di Pala Barzana, Chianzutan e il tremendo Kaiser Zoncolan affrontato da Ovaro, tappa che potrebbe riservare sorprese nella classifica generale e aprire a duelli decisivi.

maps/viewtrack/338904 - Ultima tappa della seconda settimana è il tappone dolomitico da Comeglians a Valcroce ed affronta in sequenza Forcella Ciampigotto, Giau, Falzarego, Antermoia, Passo delle Erbe e la salita finale di Valcroce, tappa che potrebbe tagliare le gambe a molti e mettere in difficoltà chi lotta per la maglia rosa.

GIORNO DI RIPOSO

maps/viewtrack/338908 - L'ultima settimana si apre con la tappa dedicata a Marco Pantani, il percorso è simile a quello del 1994 ma nel finale c'è la salita inedita del Monte Padrio, qui ci sarà anche lo Stelvio da affrontare dal versante più duro e il Mortirolo classico, tappa che potrebbe anche mutare gradualmente la corsa.

maps/viewtrack/338911 - Diciasettesima frazione è per i velocisti, penultimo palco per loro, la tappa potrebbe riservare uno show in volata ai velocisti che uscirebbero indenni dalle montagne.

maps/viewtrack/338913 - Diciottesima tappa è una tappa che ricalca il percorso della Milano-Torino, tappa adatta agli specialisti delle classiche autunnali, attenzione a chi lotta per la maglia rosa potrebbe tentare un attacco decisivo ma in molti risparmieranno le energie per il tremendo tappone alpino franco-piemontese.

maps/viewtrack/338917 - L'ultima tappa di montagna è abbastanza dura ed affronta 4 passi durissimi : da Cuneo si affrontano, il Colle d'Esischie o Colle Fauniera, Colle Sampeyre, Colle dell'Agnello e finale sull'Izoard, tappa che potrebbe decidere il Giro oppure potrebbe restringere la classifica di botto.

maps/viewtrack/338922 - Ultimissima chiamata per i velocisti, tappa pianeggiante con uno strappetto nel finale abbastanza facile che potrebbe non limitare certamente la volata.

maps/viewtrack/338923 - La cronopasserella finale di Bergamo dedicata alla memoria di Felice Gimondi è quella che potrebbe decidere il Giro d'Italia all'ultimo secondo in caso di classifica a tempi ravvicinati ed in 20km cambiare le sorti decisamente.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

TRE GIORNI DELLA VERSILIA - maps/tours/view/15184 - 3 tappe (1 circuito pianeggiante, 1 collinare ed 1 corsa ad inseguimento collinare)

maps/viewtrack/354995 - La prima tappa della Tre Giorni della Versilia inizia con il circuito di Forte dei Marmi, 8 giri su un circuito pianeggiante dove i velocisti potrebbero scatenarsi ed aggiudicarsi la prima tappa e la prima leadership.

maps/viewtrack/355003 - la seconda frazione è collinare ed include due circuiti, il primo circuito da percorrere 4 volte include le salite La Foce e Monte Olivero classificati terza categoria, a metà corsa si passa sul traguardo e si comincia col secondo settore cioè quello finale da percorrere sempre 4 volte con la salita di Foce di Ortonovo classificata seconda categoria, il finale è in leggera salita e potrebbe stuzzicare qualche finisseur o dare vita a volate ristrette.

maps/viewtrack/355017 - la terza frazione è ben distinta dalle classiche cronometro e corse in linea, si tratta di una corsa ad inseguimento dove i partecipanti partono con i distacchi della classifica generale superiori a 5 secondi, chi ha invece un distacco inferiore a 5 secondi partirà assieme al corridore che lo precede in classifica. I tempi verranno presi ai tre GPM dove verranno assegnati anche degli abbuoni e ai traguardi volanti saranno assegnati i punti per la classifica a punti più abbuoni per i primi cinque
Il percorso è collinare con ben tre salite Monti di Chiatri classificato seconda categoria, Piazzano classificato terza categoria e Pieve di Santo Stefano sempre di terza categoria.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/15812 - SETTIMANA CICLISTICA SALERNITANA - (5 tappe) 1 cronometro individuale, 2 tappe di media difficoltà di cui una con arrivo in salita, 1 arrivo per velocisti ed 1 tappa di alta montagna

maps/viewtrack/371710 - La cronometro individuale di apertura della Settimana ciclistica salernitana si sviluppa in un percorso di 11km nelle città di Nocera Inferiore dove c'è sia la arrivo che la partenza e a Nocera Superiore dove c'è l'intertempo di metà gara, cronometro abbastanza piatta adatta ai cronoman più agguerriti.

maps/viewtrack/371712 - La seconda tappa già ci riserva il terreno ideale per le battaglie tra i pretendenti alla classifica generale con il primo arrivo in salita sulla Badia di Cava, ma prima si affronteranno tratti in salita sulla Costiera Sorrentina come Picco Sant'Angelo e Agerola e poi si rientra nell'Agro Nocerino Sarnese per affrontare il Monte Saro e poi si arriva sulla tremenda salita della Badia di Cava, salita dove nella parte finale si supera il 10% di pendenza.

maps/viewtrack/371713 - La terza tappa è il suolo ideale per i velocisti, ma attenzione alle salite di Valico della Foce e di Bosco Santa Tecla che potrebbero un pò frazionare il gruppo, nel finale invece ci sarà un circuito da ripetere per ben 3 volte con un leggero strappo non insidioso, finale in lieve salita.

maps/viewtrack/371714 - Quarta tappa all'insegna delle montagne degli Alburni, da Paestum a Monte Pruno, ma prima si affrontano i GPM di Valico dello Scorzo, Polla, Sella del Corticato, Villa Littorio e arrivo in salita al Monte Pruno, arrivo che potrebbe stuzzicare le attenzioni di molti pretendenti alla classifica generale.

maps/viewtrack/371716 - L'ultima frazione è interamente sulla costa cilentana da nord a sud, tappa abbastanza dura visto che include fino all'arrivo di Marina di Camerota tutte le salite del Giro delle Costiere fatta eccezione per la salita de La Sellata che non è inclusa nel percorso dell classica, finale in discesa con arrivo nel Porto di Marina di Camerota dove si conclude il Giro delle Costiere.

User avatar
emilio.torre
Appassionato
Appassionato
Posts: 82
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre »

maps/tours/view/16505 - VUELTA A SAN JUAN INTERNACIONAL (3 tappe di pianura, 2 media montagna, 1 alta montagna ed 1 cronometro individuale)

maps/viewtrack/388556 - La prima tappa della San Juan si svolge nella città che la ospita, con una tappa andata e ritorno per velocisti con il solo GPM di Alto de las Vacas che caratterizzerà anche altre frazioni della corsa.

maps/viewtrack/388557 - La seconda frazione è dedicata alle colline, tappa adatta dunque agli scattisti nel circuito dell'Alto Punta Negra e con una piana nel mezzo dove ci sono i traguardi volanti.

maps/viewtrack/388558 - La terza frazione è dedicata ai velocisti resistenti, da Jachal a Valle Fertil con l'unica variabile che potrebbe influenzare la corsa a favore delle fughe sarebbero il vento e le salite.

maps/viewtrack/388563 - La quarta frazione è la frazione decisiva di alta montagna con arrivo all'Alto Colorado attraversando la valle mineraria che tra il settecento e l'ottocento fu protagonista della Gold Rush nel Sud America, qui la classifica potrebbe stravolgersi clamorosamente ma attenzione perchè una classifica ravvicinata alla fine di questa tappa potrebbe essere abbastanza pericolosa in vista della cronometro finale.

maps/viewtrack/388564 - Nella quinta frazione tornano protagonisti i velocisti, tappa piatta andata e ritorno con arrivo al nuovo Autodromo del Villicum con un arrivo in leggera salita.

maps/viewtrack/388571 - Ultima chiamata per gli sprinters, altra tappa andata e ritorno ma con arrivo nel quartiere di Cantoni nel centro di San Juan, qui i velocisti devono scatenare tutta la loro potenza prima della cronometro finale.

maps/viewtrack/388572 - La cronometro finale è la frazione più delicata di questa Vuelta a San Juan, qui in caso di classifica a tempi ravvicinati è decisiva visto che tutta la pianura ed il tracciato circolare potrebbe aprire una partita tra i pretendenti alla leadership della corsa.

Post Reply