Contests are back: Link

Editor has still troubles with free API, if you don't want to use OSM Elevation API you can try to do a GPX on RideWithGPS site and import it on the editor

Please don't spam us mail and PMs that we won't answer and notice that the official language of forum is English.

Contests
Contest 6 - Voting (deadline 1/11): Link

Comment with us the races in the discussion thread or in the Telegram Chat

Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Mostra qua le tue creazioni in italiano.
Post Reply
User avatar
emilio.torre
Spettatore
Posts: 38
Joined: 27/12/2017, 15:18

Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre » 30/03/2018, 16:59

In questa mostra sono riportate tutte le creazioni : corse a tappe, gare di un giorno, gare olimpiche e gare continentali

User avatar
emilio.torre
Spettatore
Posts: 38
Joined: 27/12/2017, 15:18

Pretium Alfaternum

Post by emilio.torre » 07/11/2019, 23:15

maps/viewtrack/312755 - Questo è il Pretium Alfaternum (gara maschile), un percorso adatto ai finisseur tra le salite e gli strappi dell'alto Irno e dell'Agro Nocerino Sarnese, una classica mista a Giro delle Fiandre, Amstel Gold Race e Liegi-Bastogne-Liegi, gara che taglia fuori i velocisti meno adatti ma non quelli più resistenti, i passisti e i medi scalatori.

maps/viewtrack/312775 - Questo è il Pretium Alfaternum (gara femminile), rispetto alla gara maschile questo percorso non taglia fuori del tutto le velociste, ma l'ultimo strappo può tagliarle fuori da eventuali attacchi da lontano, percorso mosso con molti strappi e qualche salita con l'unica differenza che non si percorre il Valico della Foce.

User avatar
emilio.torre
Spettatore
Posts: 38
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre » 09/11/2019, 16:32

maps/tours/view/13384 - TIRRENO-ADRIATICO (7 tappe); 2 per velocisti, 2 tappe collinari, 1 tappa di alta montagna, 1 cronometro a squadre ed 1 cronometro individuale

maps/viewtrack/313334 - Cronosquadre di apertura sul litorale versilio, totalmente pianeggiante, qui si decide la prima maglia azzurra della Tirreno-Adriatico

maps/viewtrack/313337 - Secondo tappa che parte da Lucca città di Mario Cipollini e arriva a Poggio a Caiano, tappone mediceo che affronta San Baronto, Artimino e Carmignano per ben tre volte nel circuito , qui anche un finisseur potrebbe vincere con un attacco da lontano ma attenzione agli sprinter cacciatori.

maps/viewtrack/313342 - Terza tappa che parte da Peccioli e arriva a Castiglione della Pescaia, tappa collinare adatta a finisseur e a velocisti resistenti, con i GPM di seconda e terza categoria di Pian del Pruno, Sassetta e Tirli, qui in questa tappa potrebbe cambiare la maglia azzurra.

maps/viewtrack/313344 - Quarta tappa dedicata agli specialisti delle Ardenne, da Viterbo a Gualdo Cattaneo con ben 4 GPM da affrontare : Poggio Nuovo, Collelungo, Todi e Gualdo Cattaneo, qui un piccolo drappello potrebbe arrivare siccome la salita finale è pedalabile ma potrebbe dare possibilità anche ad attacchi decisivi.

maps/viewtrack/313346 - Quinta tappa dedicata agli scalatori e alle montagne, da Foligno a Montecopiolo, qui gli uomini di classifica potrebbero aprire varchi importanti nella generale per la maglia azzurra visto che l'arrivo in quota metterà alla luce le prime fiammate che accenderanno la Tirreno-Adriatico.

maps/viewtrack/313350 - Sesta tappa è l'ultima chiamata per i velocisti, da Fossombrone a Porto Sant'Elpidio, le salite più dure sono ben lontano dal traguardo, dando ulteriore vantaggio e opportunità di riscatto per i velocisti.

maps/viewtrack/313351 - Tappa finale e classica a cronometro sul litorale di San Benedetto del Tronto, qui sarà battaglia per la generale su i tempi, in caso di generale a tempi ravvicinati ci sarà da divertirsi.

User avatar
emilio.torre
Spettatore
Posts: 38
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre » 10/11/2019, 23:43

maps/tours/view/13391 - GIRO D'ITALIA (21 tappe, 2 giorni di riposo) da Forte dei Marmi in Versilia a Vicenza ai piedi dei monti Berici, egli è composto da 7 tappe per velocisti, 4 tappe collinari, 6 tappe di alta montagna, 1 cronometro a squadre e 3 cronometro individuali.

maps/viewtrack/313529 - La prima tappa è una cronometro a squadre che affronta il litorale di Forte dei Marmi sulla distanza di 10km, qui la prima maglia rosa verrà assegnata

maps/viewtrack/313530 - La seconda tappa è una tappa per velocisti, da Marina di Pisa a Talamone di 235km con 3 GPM che però non selezioneranno maggiormente il gruppo da i velocisti migliori, qui la volata compatta è assicurata

maps/viewtrack/313531 - Terza tappa da Orbetello alla capitale Roma, 179km adatti agli sprinter sempre, 2 GPM da affrontare, si arriva nella cornice di Piazza Venezia vicino ai monumenti italiani più importanti quali l'altare della Patria, i fori imperiali ed il Colosseo.

maps/viewtrack/313532 - Quarta tappa all'insegna delle colline, da Terracina a Maddaloni con la parte finale adatta agli attacchi ma anche la fuga di giornata potrebbe arrivare, è una tappa che potrebbe rimescolare le carte nella classifica generale visto che sono presenti 3 GPM nella parte finale di cui solo due nel finale potrebbero fare la differenza.

maps/viewtrack/313535 - La quinta tappa segna il primo arrivo in salita collinare, da Nocera Inferiore a Camerota, si affrontano ben 5 GPM, l'arrivo in salita potrebbe permettere a finisseur o ai big di provare a fare la differenze con un attacco, non è esclusa una volata ristretta.

maps/viewtrack/313537 - Velocisti di nuovo protagonisti nella tappa numero 6, da Policastro Bussentino a Pizzo, 196km di pianura costeggiando il mare con l'unica problematica delle gallerie con scarsa illuminazione, qui i velocisti sono protagonisti assoluti, tappa che non cambia le sorti della classifica generale.

maps/viewtrack/313538 - Settima tappa da Messina a Rifugio Sapienza, la prima della tre giorni in Sicilia, tappa dove i big potrebbero giocarsela alla grandissima e creare le prime crepe nella classifica generale, si affrontano ben due parti diverse dell'Etna, prima il versante Mareneve poi il Rifugio Sapienza dov'è posto l'arrivo dal versante di Zafferana Etnea.

maps/viewtrack/313540 - Ottava tappa, la cronoscalata dell'Etna ma questa volta di arriva a Piano Fiere su una distanza di 40km partendo da Catania con i big che potrebbero completare la prima scrematura fatta il giorno prima con l'arrivo a Rifugio Sapienza.

maps/viewtrack/313541- La nona tappa che chiude la prima settimana è la tappa che ricorda Falcone e Borsellino, si parte da Palermo e si arriva a Trapani, si affrontano tre salite, il Monte Pellegrino all'inizio, Castelli di Baida nel mezzo e la tremenda salita di Erice nel finale, qui una fuga di giornata potrebbe arrivare ma non è escluso l'arrivo in volata ristretto.

maps/viewtrack/313542 - Dopo il giorno di riposo la tappa numero 10 simile a un Giro delle Fiandre visto che si presentano vari strappi che potrebbero rendere la vita facile a finisseur o addirittura a qualche big che potrebbe tentare un'eventuale allungo, non sono da escludere le volate di gruppo o ristrette.

maps/viewtrack/313543 - L'undicesima tappa è da Tortoreto Lido a Castelfidardo con i muri marchigiani a farla da protagonisti, qui una fuga di giornata potrebbe arrivare ma non è escluso l'arrivo a ranghi ristretti con i velocisti più resistenti protagonisti.

maps/viewtrack/313546 - Dodicesima tappa da Jesi a Faenza attraversando la terra cara a Marco Pantani, infatti un traguardo volante è posto proprio a Cesenatico, la volata compatta è assicurata visto che la salita di Monte San Bartolo è abbastanza lontana dal traguardo.

maps/viewtrack/313548 - La tredicesima tappa è una tappa di alta montagna vallonata cioè con arrivo in discesa da Imola a Sestola affrontando 3 GPM : Croce Arcana, Abetone e Pian Cavallaro, qui la classifica generale potrebbe essere nuovamente sconvolta ma attenzione alle fughe di giornata o agli attacchi nel finale in caso di gruppo maglia rosa ristretto.

maps/viewtrack/313550 - Si arriva nella campagna medicea, una cronometro a farla da padrone, da Prato a Poggio a Caiano, cronometro atipica con due salite da affrontare : Il Castra e la salita di Artimino, qui i cronoman e i big si scontreranno visto che sarà sfida all'ultimo sangue, ancora una volta la generale per la maglia rosa potrebbe essere sconvolta nuovamente.

maps/viewtrack/313555 - Quindicesima tappa in riviera, si arriva a Portofino partendo da La Spezia, tappa mossa adatta ai finisseur ma npn è escluso un arrivo a ranghi ristretti o di una fuga di giornata visto che la tappa vista l'altimetria permette.

maps/viewtrack/313556 - Dopo il giorno di riposo che apre all'ultima settimana quella decisiva, si inizia col tappone alpino ligure-piemontese da Imperia a Sant'Anna di Vinadio qui i big potrebbero sfidarsi nel primo round dell'ultima settimana, si affronta il Colle Fauniera una delle salite che il Giro ha scoperto negli ultimi 20 anni.

maps/viewtrack/313558 - La diciassettesima tappa è l'ultima chiamata per i velocisti, classica tappa di trasferimento prima del trittico alpino Cancano-Valmartello-Giau.

maps/viewtrack/313564 - Diciottesima tappa che apre il trittico alpino, da Lecco a i Laghi di Cancano con le salite dell'Aprica, del Monte Padrio, del Mortirolo e delle Torri di Fraele nel finale da affrontare, qui il secondo round tra i big della generale.

maps/viewtrack/313574 - La diciannovesima tappa rappresenta l'inferno del Giro nonchè la tappa regina del Giro, da Ponte di Legno a Valmartello con Gavia e Stelvio da affrontare, un tappone alpino tremendo che potrebbe mettere in ginocchio tanti ma attenzione a non sprecare energie per il successivo tappone dolomitico

maps/viewtrack/313583 - Ventesima tappa prima della cronopasserella, da Merano al Passo Giau affrontando Monte Giovo, Passo delle Erbe, Valparola ed il Giau come arrivo qui si potrebbero sentire le prime fatiche e qualche big potrebbe patire una crisi decisiva.

maps/viewtrack/313585 - La cronopasserella finale da Marostica a Vicenza è quella che potrebbe definire la classifica generale di un Giro d'Italia durissimo, qui i big dovranno dare il tutto per tutto, nel finale si affronta la salita di Monte Berico ma da un versante più agevole.

User avatar
emilio.torre
Spettatore
Posts: 38
Joined: 27/12/2017, 15:18

Re: Le corse di Emilius - Emilius World Tour

Post by emilio.torre » 11/11/2019, 23:12

maps/tours/view/13403 - GIRO DELLE DUE SICILIE (Prologo + 9 tappe) 2 tappe per velocisti, 3 di alta montagna, 3 collinari e 2 cronometro individuali

maps/viewtrack/313816 - Il prologo del Due Sicilie è una cronoscalata di 13km da Trapani a Erice, prima tappa che potrebbe creare una prima classifica generale per la maglia rossa, tappa dove i big dovranno dare il massimo senza distrarsi.

maps/viewtrack/313821 - La prima tappa è per velocisti da Monreale a Capo d'Orlando, ma attenzione ai 2 GPM nel mezzo che potrebbero dare opportunità di frammentare il gruppo dando la possibilità ada attacchi da lontano che potrebbe essere riassorbito verso la fine della tappa dal gruppo.

maps/viewtrack/313829 - Seconda tappa che si snoda tra le colline messinesi, un circuito da ripetere tre volte con due GPM pedalabili che potrebbero fare la differenza, attacchi da lontano o una volata ristretta potrebbe arrivare al traguardo del circuito di Messina.

maps/viewtrack/313835 - La terza tappa è interamente calabra, da Pizzo a San Giovanni in Fiore, i monti silani la fanno da padrone, nel finale lo strappo di San Giovanni in Fiore potrebbe regalarci delle sorprese

maps/viewtrack/313836 - La quarta tappa chiama agli ordini nuovamente i velocisti che avranno l'ultimo palco libero prima delle tappe più dure, tappa con ben 3 GPM nel mezzo che non potrebbero spezzettare il gruppo, 248km da Rossano Scalo a Putignano è la tappa più lunga del Due Sicilie

maps/viewtrack/313837 - Quinta tappa è quella che apre ai big, da Altamura a Monte Vulture attraversando anche i laghi di Monticchio, la salita finale è dura e potrebbe creare selezione in gruppo, la maglia rossa potrebbe cambiare leader di botto.

maps/viewtrack/313838 - La sesta tappa è un altro palco per i big, il Blockhaus è la salita più alta del Due Sicilie con i suoi 2066 metri sul livello del mare, dopo lo spezzagambe sul Monte Vulture ci sarà la possibilità di rifarsi sul Blockhaus e non sarà facile.

maps/viewtrack/313839 - Settima tappa da Sulmona a Cassino è una tappa che darà fiato visto che è di alta montagna ma con arrivo in discesa, tappa che darà possibilità ad una fuga di giornata di arrivare al traguardo ma attenzione agli attacchi in solitaria.

maps/viewtrack/313842 - Ottava tappa è una tappa da classica, molto simile a una Freccia Vallone, ma l'arrivo non è posto sul muro di Huy ma sul Colle Bellaria a Salerno, si parte da Maddaloni e si affronta tutta la valle campana con ben 4 GPM nel suo mezzo, qui bisognerà dare il massimo, i velocisti più resistenti cercheranno rivalsa ma anche i big tenteranno un eventuale zampata prima della cronopasserella finale.

maps/viewtrack/313844 - La nona tappa ossìa la cronopasserella è una cronometro breve ma dura, qui se la classifica sarà ravvicinata saranno fuochi e fiamme visto che due GPM nel mezzo potrebbero giocare brutti scherzi a chi lotta per la generale per la maglia rossa.

Post Reply