EDITOR IS ON AGAIN

Please don't spam us mail and PMs that we won't answer.

Please notice that the official language of forum is English. Not French. Not Italian. English.

Un sogno che diventa realtà - A dream come true!

You can present yourself here.
Post Reply
User avatar
ExpEdit
Spettatore
Posts: 1
Joined: 22/05/2018, 9:08

Un sogno che diventa realtà - A dream come true!

Post by ExpEdit » 22/05/2018, 9:30

I was 13 years-old when I had passion: create my custom Giro d'Italia!

The year was 1997 and at the time there were no internet, no Google Maps, no digital cartography, no idea about where major and more difficult climbs were, no idea about roads and cities.
But with the help of an old detailled italian road map, a calculator and pen & paper, I spent the years of my adolescence tracking and drawing about 10 different "Giro d'Italia", with maps and height profiles for each stage.
"Giri" of all types: from North to South, from South to North, over 4000kms and under 3000kms, for climbers and cromona, introducing "fantasies" that some years later would become reality: White roads, inedited climbs, starts from other countries and euro capitals.

Now, after 20 years, I relive the fun of that period of my life with La Flame Rouge!!! Thank you!!! clap

---------------------

Avevo 13 anni quandi scoprii una nuova passione: creare il "mio" Giro d'Italia!

Correva l'anno 1997, al tempo non c'erano internet e Google Maps, niente cartografie digitali e nessuna conoscenza né di dove fossero le salite più famose e impegnative, né delle principali città e delle condizioni stradali.
Ma con l'aiuto di un atlante stradale DeAgostini (ce l'ho ancora a casa dei genitori, uno di quelli che in estate davano in omaggio con Oggi!), calcolatrice, carta e penna, passai gli anni della mia adolescenza tracciando e disegnando una decina di Giri d'Italia, con tanto di mappa e altimetria di ogni tappa.
Giri di tutti i tipi: da sud a nord e da nord a sud, sopra i 4000km e sotto i 3000, per scalatori e per cronoman, anticipando "fantasie" che di lì a qualche anno sarebbero diventare realtà anche nel Giro "vero": strade bianche, salite inedite, partenze estere e dalle capitali Europee.

Adesso, 20 anni dopo, rivivio il divertimento di quel periodo della mia vita con La Flame Rouge!!! Grazie!!! clap

Post Reply